Bagni di Lucca non solo Rassegna...

 

Un’occasione unica per visitare un angolo, un tempo famosissimo, della nostra meravigliosa Toscana.

 

Lo sapete che a Bagni di Lucca esistono le terme più famose d’Italia dal 1300 al 1800? Sapete che ancora adesso, con ben 15 tipi di acque diverse, propongono una varietà di cure con un’efficacia difficilmente riscontrabili in altre località?

Lo sapete che il territorio di Bagni di Lucca è stato il crocevia più importante per scendere in Italia, usato sia da Annibale che da Federico Barbarossa?

Lo sapete che Bagni di Lucca è il Comune Montano più vasto d’Italia con ben 25 frazioni, tutte altomedioevali, dotate di pievi storiche, architetture particolari e ben conservate, leggende, aneddoti, addirittura ognuna con un proprio dialetto o cadenza?

Lo sapete che nelle pievi di Bagni di Lucca si trovano quadri e sculture di rinomanza nazionale?

Lo sapete che a Bagni di Lucca è nata la prima casa da gioco pubblica d’Europa?

Lo sapete che Bagni di Lucca è stato sempre un centro internazionale, testimoniato da imponenti monumenti pubblici come la Chiesa e il Cimitero Inglese, il Casinò Reale, Villa Ada, il Ponte delle Catene, il Circolo dei Forestieri?

Lo sapete che a Bagni di Lucca si sono venuti ad ispirare poeti come Byron, Shelley, i Browning, Giuseppe Giusti, Vincenzo Monti, Ouida, Giosuè Carducci, Eugenio Montale; scrittori come Montagne, Alessandro Dumas padre, Heine, Henry James, Lamartine; musicisti come Strauss, Liszt, Paganini, Tosti, Puccini, Mascagni?

Lo sapete che Bagni di Lucca, insieme a Coreglia, è stata la patria dei figurinai lucchesi e, ancora oggi, i principali produttori ed esportatori di presepi in tutto il mondo sono originari di questa cittadina?

Lo sapete che a Bagni di Lucca nel 1910 è nato il primo nucleo di Boy – scout italiano?

Lo sapete che Bagni di Lucca è stata la prima cittadina d’Italia nel 1886, quattro anni dopo l’invenzione della lampadina di Edison, ad avere un impianto di luce elettrica pubblica?

Lo sapete che sul territorio di Bagni di Lucca esistono luoghi naturalistici suggestivi come l’Orrido di Botri, il Balzo Nero di Vico, l’Alpe di Limano, il Rondinaio, con possibilità di percorsi di trekking, mountain bike e voli per parapendio?

Lo sapete che il torrente Lima, che percorre tutto il territorio, è uno dei fiumi più apprezzati per le discipline del rafting, canoa, pesca sportiva ed è dotato di una miriade di pozzi naturali frequentati da bagnanti tutta l’estate?

Lo sapete che Bagni di Lucca ha un impianto con campi da tennis in terra battuta, piscine termali per corsi di nuoto e uno stadio per manifestazioni calcistiche e atletiche?

 

L’organizzazione della Rassegna è a disposizione per tutte quelle scuole che vogliono integrare il loro soggiorno con visite ad alcuni di questi luoghi e, comunque, per fornire informazioni più dettagliate sul nostro territorio e su quelli altrettanto interessati a diretto contatto con il nostro come Barga, Borgo a Mozzano, Coreglia, la Val di Lima, i comprensori della Garfagnana e delle Alpi Apuane.

 

Il Teatro Accademico

 

Fu costruito nel 1790 su iniziativa e a spese di un gruppo di 19 paesani.

Per oltre 140 anni il Teatro ebbe un ruolo assai importante nella vita della comunità.

Gli spettacoli erano organizzati da compagnie di dilettanti non solo del fondovalle, ma anche di alcune frazioni di montagna.

Cronisti lucchesi riferiscono che la sera del 13 agosto del 1805 Elisa Baciocchi, principessa di Lucca e Piombino, vi impersonò la Fedra di Racine.

Nel 1806 vi fu organizzata una recita per festeggiare la nascita della principessa Napoleona Elisa.

Due anni dopo vi furono allestiti altri spettacoli per festeggiare l’arrivo a Bagni di Lucca del Senatore Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone.

Nell’estate del 1823 il teatro fu preso in affitto dal principe Nicolaj Demidoff che vi organizzò a proprie spese una serie di rappresentazioni comiche e di feste danzanti per paesani e forestieri.

In tempi più recenti il Teatro Accademico fu tappa d’obbligo, nei mesi estivi, delle grandi compagnie di prosa: vi recitarono i fratelli Salvini, Gastone Monadi e Garibalda Piccoli, per citare solo i maggiori attori del primo dopoguerra.

Nel 1978 gli eredi degli Accademici fondatori hanno donato lo stabile al Comune che lo ha completamente ristrutturato e riaperto nel 1986.

Oggi la Stagione di Prosa e Musicale, la Rassegna Regionale Teatro della Scuola, le conferenze ed i convegni fanno di questa struttura un polo culturale di notevole rilievo.

 

Da “I Bagni di Lucca” di Bruno Cherubini

 

Segreteria della Rassegna Regionale Teatro della Scuola
c/o Comune di Bagni di Lucca
Via Umberto I n. 103 - 55022 Bagni di Lucca

Per Informazioni da Lunedì a Sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00:
Segreteria Organizzativa: Tel. 0583 809925 - 0583 809940 - 0583 809928
Fax 0583 809937 e-mail teatroscuola@comunebagnidilucca.it